Podista Runner Award 2016 di Officina Podistica Lucchese

Abbiamo avuto l’onore di candidare due ns podisti di assoluto Spessore, Michela Ruberti e Luis Tani Stanghellini, per la partecipazione al Podista dell’Anno 2016 organizzato dall’Officina Podistica Lucchese.

La ns. Michela si è classificata seconda, per pochi punti su Ketty Ferroni. Per noi Michela è un punto di riferimento, sempre pronta a correre in ogni condizione e su ogni percorso, con spirito mai arrendevole. La mole di km fatti sono riportati in nella foto qui sotto riportata

IMG-20160616-WA0017

Luis si è classificato primo… ed è Podista dell’anno 2016…per noi è un onore averlo nel ns. Gruppo Sportivo.

Luis ha compiuto una serie d’imprese incredibili per preparare la Milano/S. Remo (285km)… queste le sue memorie, in quanto noi non possiamo aggiungere assolutamente niente alla grandezza di questo grande Uomo, che ha un Cuore grandissimo, in quanto questa impresa l’ha fatta per aiutare l’associazione “Gli Amici del Perù” coniando “Un km per il Perù”:

Ho iniziato ad allenarmi per l’Ultra Milano-Sanremo la settimana successiva alla Maratona Delle Dolomiti, iniziai dapprima con distanze relativamente corte, 20/25km, per passare a breve a distanze ben più consistenti, 40/50km. Di solito mi allenavo 6 giorni a settimana, la domenica facevo il lungo di 40km circa che da Lucca mi portavano al mare. L’estate è passata così, tra corsa e Mojiti, tra sudore e cin cin, fino ad arrivare a settembre, esattamente il 13, quando ho partecipato alla prima gara dell’anno, il Trail delle foreste Casentinesi, in compagnia di Mauro e Michela, i duracel, ed un mio amico “un Eroe” con la Mtb, Marco Pisani. La corsa era di 25km su e giù per le foreste Casentinesi, paesaggi mozzafiato, a volte sembrava di essere nel paese delle fate, ben segnalato e ben organizzato, purtroppo la mia forma non era al meglio e tra un problema e quell’altro riuscì a portare a termine la corsa con non poche difficoltà. Non contento, la settaimana dopo, esattamente il 13 settembre, ho voluto partecipare al 1° Trail di Vallombrosa, molto vicino a Badia Prataglia, questa volta solo, in una giornata uggiosa di settembre, con quella pioggerellina che non ti molla mai, fino a trasformarsi in acquazzone poco prima dell’arrivo. La corsa in sé per sé andò benissimo, tutt’altra cosa rispetto a Prataglia, ero molto felice di me e finalmente le gambe iniziavano a girare…ma i problemi erano dietro l’angolo…l’11 ottobre, insieme a molti miei compagni di squadra, ho preso parte alla Volterra-Sangimignano, una corsa di 30km che da Volterra arriva fino a San Gimignano, ovviamente non contento, prima della partenza ho fatto altri 20km così, giusto per gradire…ma purtroppo li ho pagati!!! Intorno al 13km di corsa, la bandelletta ileotibiali mi si infiammò, procurandomi non poco dolore, per finire la corsa ci volle tutta, ma stringendo i denti la portai in fondo. La settimana successiva, tra una visita e l’altra, e con la maratona di Lucca alle porte, decisi di fare “poco”…ed invece…il 17 ottobre partì da Lucca per arrivare a Riana al podista ubriaco a piedi, un pò corsa un pò Nordic Walking, e un passo dopo l’altro ci arrivai! La bandelletta continuava a fare male, ma ormai ero alla vigilia della maratona di casa, il 25 ottobre, dove tra l’altro cose ho ottenuto il mio personal Best sulla distanza, 3 ore e 45 circa, con non pochi problemi per via della bandelletta, però per me fu un successo!!! Dopo presi, ascoltando anche il mio fisioterapista Renè Testi, 2 settimane di riposo, fino a che la bandelletta non smise di farmi male, ovviamente ben curata, ed il 28 novembre decisi di andare a Firenze a corsa…il 1° di 6 lunghi viaggi che avrei fatto a piedi…mille emozioni…con il sostegno continuo del gruppo, all’avventura, sbagliando più volte strada, arrivai a Firenze alla vigilia della maratona, con tutti i negozi già addobbati per il Natale…fù uno spettacolo…un sacco di ore per arrivare, più di 70km percorsi…il mio primo vero viaggio in autosufficienza! Con questa esperienza ho salutato il 2015, anzi, il 2015 l’ho salutato il 30 dicembre in verità, salendo da Sant’Andrea il Monte Serra con la Graziella di mia mamma, che risate, le persone che mi incontravano per la 6 ore Mura.

Poi 2016:

4-7 febbraio Lucca-Roma

5-6 marzo 24 ore Mura

8-10 aprile ULTRA MILANO-S. REMO

8 maggio mezza Lucca

15 maggio Deejay Ten

28 maggio Passatore…ora scrivo il 2016👏 👏👏

 

Podista anno 2016 Podista anno 2016_1 Podista anno 2016_2 Podista anno 2016_3 Podista anno 2016_4

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: